Lo studio

IL NUCLEO ORIGINARIO

Il primo Avvocato della famiglia Capirossi è GianCarlo, che si laurea nel 1952 alla Sapienza di Pisa ed è allievo borsista in diritto commerciale dei proff. Lorenzo Mossa e Federico Ferri. GianCarlo si iscrive per la prima volta nell’albo dei procuratori legali di La Spezia nell’anno successivo e inizia ad occuparsi di diritto navale e commerciale.

Lo Studio Legale professionale nel 1952-1953 non è ancora consolidato. Il padre del giovane dott. GianCarlo, prof. Carlo Capirossi, letterato laureato a Firenze, dirigente didattico, docente e scrittore in stretta in collaborazione editoriale con il prof. Piero Bargellini, in quegli anni è infatti assessore alla cultura e coordinatore di programmi e studi innovativi nella pedagogia dei giovani (scomparso prematuramente a 57 anni a Torino, gli è intitolato un premio nazionale letterario e una via della città).

L’Avv. GianCarlo Capirossi è affidatario dell’insegnamento di diritto italiano e diritto commerciale prima nell’università di Uppsala e poi nell’università di Francoforte.
Nel mese di luglio del 1955 il fondatore interrompe l’attività di consulenza legale e prende possesso delle funzioni di Magistrato di Tribunale in seguito a concorso in cui si classifica nei primi posti. Sceglie pertanto di essere assegnato al Tribunale di Asti ove in quegli anni la famiglia si era trasferita a seguito del prof. Carlo ivi inviato come ispettore del Ministero della pubblica istruzione. Il Giudice Capirossi sarà poi Pretore di Strambino dal 1960 al 1965. Nel 1965 rientrerà nella sede di Torino con funzioni di Giudice di Corte d’Assise e a partire dai primi anni ’70 (la Corte d’assise a causa dei primi episodi di insurrezioni armate si era intanto sdoppiata) di presidente f.f. della medesima corte.

Già magistrato di Cassazione, dopo aver svolto i primi processi ai gruppi di organizzazione armata, presiede come f.f. la IV sezione penale del Tribunale di cui diventa titolare grazie alle dimissioni dell’On. Oscar Luigi Scalfaro, che era rimasto titolare della sezione per parecchi anni pur essendo collocato in aspettativa e fuori ruolo per effetto dell’incarico parlamentare. Divenuto presidente titolare della II^ sezione penale del Tribunale di Torino inizia a dirigere diverse migliaia di processi dibattimentali in materia di criminalità organizzata e delitti contro la pubblica amministrazione (i vari scandali petroli, le prime c.d. tangentopoli italiane etc.).

È docente a contratto nell’università di Torino ed è uno dei primi a svolgere corsi sul gratuito patrocinio, novità normativa di quegli anni.

Nel 1984 viene nominato presidente del Tribunale di Asti, ove oltre al ruolo di dirigenza e a delicati processi penali della Corte d’Assise, presiede stabilmente la I^ sezione civile.

Idoneo da tempo alle funzioni direttive superiori di Cassazione, nel 1991 viene nominato Presidente di Corte d’Appello e titolare della II^ sezione penale della Corte d’Appello con compito di coordinamento delle sezioni penali della Corte di Torino.

Nel 1996 viene nominato primo Presidente vicario della Corte d’Appello di Torino con funzione giudicante di Presidente della Corte d’Assise d’Appello di Torino. Negli ultimi mesi è primo presidente reggente della Corte e cura gli adempimenti per il trasferimento dai vecchi uffici di via Corte d’Appello al nuovo palazzo di giustizia, che verrà inaugurato poco dopo.

Insignito dell’onorificenza di Grande Ufficiale della Repubblica Italiana lascia la magistratura nel 2000 dopo aver portato a termine il monumentale processo c.d. Cartagine (grande criminalità organizzata). È autore di numerosi scritti in materia giuridica e letteraria ed è stato relatore in numerosi congressi di studio e promossi dalle strutture dirigenti dell’ordine giudiziario.

 

LO STUDIO LEGALE E LA PROGRESSIONE NELLA CON nella conoscenza delle materie e dei casi

L’Avv. Massimo Capirossi frequenta il liceo classico Massimo d’Azeglio di Torino e si laurea nella Facoltà di giurisprudenza di Torino nell’a.a. 1983/84 con la votazione di 110/110 e lode con menzione e dignità di stampa. Borsista in filosofia del diritto, è assistente alle cattedre di diritto penale e di logica-filosofia giuridica dal 1985 della medesima università, ove inizia a svolgere attività didattica nelle materie di diritto penale d’impresa e comunitario, organizzando numerosi corsi di seminario fino a tutti gli anni 2000. Svolge attività di ricerca e di insegnamento in masters nazionali e internazionali nelle materie del diritto comunitario, fiscale internazionale e penale commerciale comparato. Scrive centinaia di articoli e relazioni, che svolge in numerosi convegni in Italia e all’estero a partire dal 1996.

 

***

A partire dal 1985 si occupa di diritto amministrativo degli appalti, edilizio, urbanistico, delle concessioni governative e della pubblica amministrazione. Segue numerose vicende contenziose che vanno dalla tutela di società commerciali sia davanti ai Tribunali civili che ai Tribunali amministrativi regionali (l’esperienza riguarda revoche di concessioni di giochi nei casinò, pareri in materia di compatibilità o ineleggibilità nelle varie elezioni amministrative, contenziosi in materia industriale, procedimenti giudiziari nella materia degli espropri e dei risarcimenti, etc.).

Dopo aver svolto il servizio obbligatorio di leva nell’Arma dei Carabinieri, può finalmente partecipare alla sessione di Procuratore Legale del 1987, che supera nel successivo esame orale.
Dal 1987, a fianco della tradizionale esperienza civilistica (responsabilità civile, successioni, edilizia, contrattualistica, etc.) e amministrativistica per un quinquennio coadiuva l’attività penalistica di importante studio torinese nel settore e contemporaneamente svolge attività di consulenza e assistenza stragiudiziale e giudiziale in materia commerciale e contrattuale presso primario Studio legale milanese. Dal 1990 intensifica la obbiettiva specializzazione nella materia del diritto amministrativo e commerciale e a partire dal 1996 inizia a trattare il diritto tributario.

Nel 2001, fra gli altri incarichi direttivi in associazioni di studi giuridiche, diviene Segretario Generale e Presidente del Comitato scientifico del Centro di diritto penale tributario e comunitario, associazione italiana di riferimento delle istituzioni di ricerca nate in seno ai programmi scientifici della Commissione Europea. Collabora sia nell’università che nella suddetta associazione italiana in stretto collegamento col Prof. Ivo Caraccioli: nell’ampia materia affronta in scritti e relazioni a partire dalla fine degli anni ’80 le importanti innovazioni nazionali ed internazionali in materia di riciclaggio, abuso d’ufficio e reati contro la p.a., riforma del diritto tributario e abuso del diritto, simulazioni e frodi fiscali, progetti di codificazione diretta europea, etc.

Interviene nell’ambito delle ricerche promosse dal Robert Schuman Institute nella sessione del 2004 al Congresso Internazionale di Fiesole decisiva per lo Statuto vigente della Corte Internazionale di giustizia promosso da No Peace Without Justice. Interviene presso le università di Bari, Catania e della Calabria nelle materie delle sanzioni tributarie e amministrative nella seconda metà degli anni 2000, sottoscrive la dichiarazione d’indipendenza del giurista di Trier nel 2004 voluta dal compianto Prof. Joachim Vogel.

Scrive per Utet la prima voce manualistica sui profili sostanziali e comparatistici del mandato d’arresto europeo nell’opera coordinata dal Prof. Mauro Ronco.

L’esperienza pratica e scientifica nel diritto penale dell’economia, d’impresa e tributario consente allo Studio di iniziare ad occuparsi delle consulenze e dei contenziosi provocati dall’interferenza fra il diritto civile e il diritto penale, fra diritto tributario e penale e civile fra di loro. L’esperienza più che ventennale di collocazione di questi orizzonti normativi nazionali nel contesto europeo ed internazionale ha consentito allo Studio di affrontare problemi complessi di carattere processuale e di diritto internazionale privato anche in materia di diritti della persona.

A partire dalla metà degli anni 2000, oltre alle consuete materie civilistiche ampiamente trattate dallo Studio, la pressione fiscale italiana ha reso pressoché equivalente alla consueta attività nel diritto commerciale e amministrativo in parallelo impegno nella difesa del contribuente dalle pretese della pubblica amministrazione tributaria.

Così, l’attività di assistenza nella materia dei contratti, del recupero crediti, commerciale e industriale, della difesa del cittadino nei casi di responsabilità civile o penale in materia contrattuale, è stata accompagnata, quando i casi lo giustificavano, dalla tutela di piccoli e medi enti territoriali nelle materie civile, tributario e amministrativa. Fra i clienti assistiti negli anni si possono annoverare diverse industrie, società commerciali e banche, comuni e consorzi, cooperative edilizie e società di costruzioni immobiliari, società e associazioni sportive, naturalmente privati in vertenze con la p.a. e con società, non escluse per esigenze di tutela della persona o del diritto d’autore, a titolo di esempio.

A partire dal 2010, con la crisi d’impresa, lo Studio ha dovuto iniziare a prestare attenzione all’assistenza nelle materie fallimentare, di tutela del credito, nei concordati, nei profili fiscali e tributari collegati, nelle vicende fisiologiche e patologiche negli appalti.

 

 

Dal 1985 al 2020 lo Studio Legale si è avvalso di uffici siti in Torino (Corso Galileo Ferraris; Corso Vittorio Emanuele II, 62; via Bligny, 4; Corso Re Umberto, 91; Corso Stati Uniti, 6; Corso Duca degli Abruzzi, 4; via Induno, 2; Piazza Vittorio Veneto, 12; via Colli, 20), Milano (via Vittor Pisani, 8; via Torquato Tasso, 8), Asti (via Maggiolini, 7, Mombercelli; via Bonzanigo, 1), Ivrea (via Borgonuovo, 2, Borgomasino).

 

 

 

APPUNTI DA AGGIUNGERE SUCCESSIVAMENTE:

 

-Organismi di vigilanza: iscritto nell’albo/elenco AO D.Lgs. 23/2001. È socio dal 2005

-Socio dal 1987 centro penale tributario.

-Componente camera tributaria dal 2010

-Socio ass nazionale tributaristi dal 2000

-Socio AIPGT dal 2011 

 

-ROTARI INT. COMMISSIONE AMMINISTRAZIONE E COMPONENTE

-RUBRICA CHIAMATA IL GIURISTA RIFLESSIVO E PAZIENTE (MEMORIA E SPUNTI LETTERALI) 

-RUBRICA GIUSTIZIA E CULTURA 

Testimonials

What our Clients say About us

Maecenas tempus, tellus eget condimentum rhoncus, sem quam semper libero, sit amet adipiscing sem neque sed ipsum. Nam quam nuncIt showed a lady fitted out

Recently cut out of an illustrated magazine and housed in a nice, gilded frame. It showed a lady fitted out with a fur hat and

Michel Jone

Creative Designer

Recently cut out of an illustrated magazine and housed in a nice, gilded frame. It showed a lady fitted out with a fur hat and

Jone Duo

Creative Designer

Recently cut out of an illustrated magazine and housed in a nice, gilded frame. It showed a lady fitted out with a fur hat and

Jone Duo

Creative Designer
Chiamaci

011.561.78.87

Prendi un appuntamento
QUALIFIED ATTORNEYS

Meet Our Experts

Maecenas tempus, tellus eget condimentum rhoncus, sem quam semper libero sit amet adipiscing

Michel Troat

Family Consultant

Jonathon Danial

Business Lawyer

Muli Overla

Political Expert

Oncon Lucy

Family Consultant